venerdì 13 settembre 2013

GIUSTIZIA SANTANCHE’


Per esserci davvero un reato
dev’esserci la consapevolezza!
L’assunto l’ha appena dimostrato
la Santanchè con molta compiutezza: 

«Berlusconi è stato condannato
per invidia della sua destrezza !
Ma meritava d’essere premiato
perché fa questo dalla fanciullezza ! 

Rifare quello che ha sempre fatto
mette in mostra la gran coerenza,
invece vogliono dargli lo sfratto 

deliberandone la decadenza!
Se è convinto d’aver fatto bene,
non c’è reato : non ci sono pene !»
VOX
13 settembre 2013

 

1 commento:

Blackswan ha detto...

La Santanchè ne sa di diritto come io di fisica nucleare.