martedì 24 marzo 2020

Governo nostro che non ci sei
sia dimenticato  il tuo nome,
venga il tuo giorno
sia sfatta la tua volontà, come in parlamento
anche in senato .
Dacci oggi il nostro decreto quotidiano,
e rimetti a noi  i nuovi moduli per circolare
come anche noi li riempiamo ai nostri controllori
e non esporci alla disperazione
ma liberaci da te stesso .

Nessun commento: